informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Sei gradi di separazione: come funziona la teoria alla base di LinkedIn

Commenti disabilitati su Sei gradi di separazione: come funziona la teoria alla base di LinkedIn Studiare a Caltanissetta

Ti sei iscritto su LinkedIn per aumentare la cerchia delle tue conoscenze e sei curioso di sapere come funzionano le reti sociali alla base dei Social Network? Sei nel posto giusto. Lo staff dell’Università online Niccolò Cusano di Caltanissetta ti spiegherà infatti cos’è la teoria dei sei gradi di separazione, come funziona e quali sono le sue origini.

Andando avanti con la lettura, siamo sicuri che ti troverai a sorridere pensando a tutte le volte che hai sentito la frase “il mondo è piccolo”. Scoprirai infatti che non si tratta solo di un modo di dire, ma di una teoria verificata a tutti gli effetti.

Teoria dei sei gradi di separazione: che cos’è?

Se non hai mai sentito parlare della teoria dei sei gradi di separazione, ti diamo subito una definizione in modo da capire meglio di cosa andremo a parlare nelle prossime righe. Secondo questa teoria ogni persona è collegata all’altra attraverso una catena di conoscenze comuni che non supera i sei intermediari.

Cosa collega i social network, come LinkedIn, a questa teoria? Semplice! I social network si fondano sulla teoria delle reti. Scopriamo di più.

Origini della teoria dei gradi di separazione

Le origini di questa teoria si fanno risalire al 1929, in particolare allo scrittore ungherese Frigyes Karinthy. La sua teoria venne poi ripresa e confermata dal sociologo americano Stanley Milgram nel 1967 tramite un esperimento.

L’ipotesi da confermare, alla base della teoria dei gradi di separazione, era la seguente:

preso un certo numero di persone, che probabilità abbiamo che ogni membro di questo gruppo sia connesso ad un altro membro attraverso un numero indefinito di collegamenti?

L’esperimento di Milgram venne realizzato nel seguente modo.

Il sociologo selezionò un gruppo di persone e consegnò ad ogni persona un pacchetto da far recapitare a sua volta ad una persona sconosciuta. Le uniche informazioni a disposizione erano il nome, la professione, la zona di residenza, ma non l’indirizzo postale.

Ogni partecipante all’esperimento doveva cercare di far arrivare il pacco al destinatario consegnandolo ad un conoscente che aveva più probabilità di conoscere direttamente la persona cui era destinato il pacchetto. A sua volta il conoscente avrebbe potuto consegnarlo ad un’altra persona, qualora non avesse conosciuto personalmente il destinatario finale e così via, fino al raggiungimento della persona finale.

Ci fu grande stupore nello scoprire che in media servivano circa 6 passaggi per arrivare al destinatario finale.

Legami deboli e legami forti

Per capire ancora meglio la teoria dei gradi di separazione, ricordiamo che negli anni 70 il sociologo Mark Granovetter aveva diviso le relazioni tra le persone in due tipologie: legami forti e deboli.

legami forti sono le relazioni durature, che collegano i membri di una famiglia o gli amici storici di una vita.

legami deboli sono invece le relazioni di breve durata, occasionali e casuali che si instaurano con persone che si conoscono poco, i cosiddetti conoscenti.

Sono esattamente questi conoscenti i ponti verso nuovi nodi e nuove cerchie sociali.

sei gradi di separazione linkedin

La teoria sociale di LinkedIn

Nel 2001 la teoria dei gradi di separazione venne applicata alle reti informatiche. Gli studi confermarono l’esistenza di sei gradi di separazione e, nel 2011 quando furono condotti esperimenti tramite la piattaforma Facebook, i gradi di separazione scesero addirittura a quattro.

I social network si fondano su reti sociali fatte di nodi e collegamenti. I nodi sono gli individui ed i collegamenti sono le amicizie, le relazioni, insomma quei rapporti (anche familiari) che appunto collegano gli individui.

Tornando a LinkedIn, sappi che anche il social dei professionisti per eccellenza, si basa sulla teoria della separazione per legare te ed i tuoi collegamenti. LinkedIn infatti è nato per creare collegamenti e quindi instaurare relazioni tra professionisti ed imprese e, come abbiamo detto, si basa sulla teoria dei sei gradi di separazione nella creazione dei contatti e dei collegamenti.

Per rendere meglio l’idea di cosa sono i gradi di separazione, partiamo dal primo grado. Il primo grado di separazione riguarda la cerchia più stretta, ovvero quella dei parenti ed amici. Questa cerchia può metterci in relazione con il proprio giro di conoscenze e così via. In questo modo si giunge al sesto grado di separazione che potrebbe metterci tranquillamente in contatto con una persona dall’altra parte del mondo.

Anche su LinkedIn succede la stessa cosa. Oggi questo aspetto è rafforzato da alcune nuovi nuove funzionalità del social network che permettono di ottenere informazioni precise sul grado di conoscenza con i contatti in comune.

Visto come è affascinante questa realtà su cui forse non ti eri mai soffermato a ragionare? Ora che ti abbiamo parlato di LinkedIn, il social dedicato ai professionisti, potrebbe interessarti anche sapere come proporsi per un lavoro.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali